mercoledì 4 giugno 2008

Posticipata la soppressione dei tribunali militari. E La giustizia annaspa.


In Italia la magistratura civile e quella penale sono oberate di lavoro, ma forse pochi sanno che c’è anche una magistratura che se la passa decisamente meglio: la magistratura militare, ben più rilassata. La magistratura militare è un organismo che si occupa dei reati militari commessi dagli appartenenti alle Forze Armate. Attualmente il suo organico risulta essere di molto sovradimensionato rispetto all’effettiva mole di lavoro che gli spetta. Gian Antonio Stella ci fa notare che un anno fa erano al lavoro 103 magistrati con 70 autoblu e circa 700 dipendenti per un totale di poco più di mille sentenze l'anno. Proprio in quel periodo venne stabilito che le cose dovevano cambiare e si decise di snellire l’apparato militare dirottando forza lavoro verso la ben più bisognose magistrature civile e penale.

Nel frattempo i processi sono diminuiti ulteriormente ma l’organico della giustizia militare è rimasto pressoché invariato, fino ad arrivare ad avere 1,7 processi per giudice militare contro i 1123 a testa per gli altri.

La decisione di chiudere i due terzi dei tribunali militari farà risparmiare parecchi soldi e darà una boccata d’ossigeno alla giustizia italiana. Peccato che tale novità, prevista a partire dal 1 luglio 2008, sia stata incomprensibilmente posticipata, per l’ennesima volta.

Chissà cosa ne penserà di questo ulteriore rinvio il giudice militare Benedetto Manlio Roberti, autodefinitosi “fannullone di Stato” per via dei suoi scarsissimi impegni lavorativi a fronte di lauti guadagni. Roberti non esitò a dichiarare: “Devo riconoscerlo: rubo legalmente lo stipendio all'amministrazione”. ”È ora di finirla con questa farsa. Qui non si lavora più e questa non è dignità".

Se è vero che bisogna lottare contro i fannulloni della pubblica amministrazione bisogna lottare anche contro lo Stato che li fa diventare fannulloni spesso controvoglia...

4 commenti:

gigione ha detto...

Non gliene frega niente al governo di far funzionare bene la giustizia... anzi.
Questo è un problema che non risolve assolutamente le carenze negli organici della magistratura ordinaria ma sarebbe un buon esempio da cui partire.

Emiliano ha detto...

Bisogna anche dire che il Minsitro Brunetta stà portando positive iniziative di innovazione in questo paese..(vedi la lotta contro i fannulloni..ecc...).
Si proprio lui ....il grande economista...Per chi non voleva votare(giustamente)Berlusconi, è il caso di dire che ...non tutto il male viene per nuocere..
Bisogna anche guardare in positivo....ciao...

rob ha detto...

si anche per me se brunetta applica il metodo "fuori i fannulloni", iniziando da tutti quelli che non fanno un cazzo tra ministeri, camere ecc ecc...è una buona cosa anche se l'ha fatto un governo che non ho votato...

cassandra ha detto...

@ gigione: "Questo è un problema che non risolve assolutamente le carenze negli organici della magistratura ordinaria"


Le carenze della magistratura ordinaria derivano anche dalla mancanza di soldi. E vi assicuro che si sfiora davvero il ridicolo.
Ho un parente magistrato e i cancellieri gli hanno intimato di smetterla di fare così tante fotocopie (per scrivere le sentenza) perché non hanno i soldi per la carta.

Ridurre gli sprechi e distribuire come si deve il denaro è un grosso passo avanti per risolvere le carenze.