domenica 8 giugno 2008

La prima legge vergogna in cantiere


video che ci aiutano a capire l'uso delle intercettazioni e la loro pubblicabilità - scorrete con la freccia destra

Siamo uno Stato dove il gioco degli equilibri tra i vari organi istituzionali viene continuamente minato e la maggior parte delle volte è il potere politico a sconfinare nel territorio che non gli compete salvo poi scaricare le colpe sugli altri.
Gli ultimi provvedimenti che il Governo ha intenzione di adottare sono un vero e proprio paradosso perchè contemporaneamente fa la voce grossa contro i deboli e la voce debole contro i forti.
Infatti per fare i forti vogliono introdurre il reato di clandestinità (ingolfando inutilmente la macchina della giustizia salvo poi dare la colpa ai magistrati) e poi invece fanno i soliti leccaculo dei colletti bianchi cercando di vietare le intercettazioni o meglio permettendole soltanto per le indagini riguardanti la criminalità organizzata e il terrorismo (la corruzione e in genere i reati finanziari non sono socialmente pericolosi vero?)
La questione delle intercettazioni meriterebbe un' approfondita analisi ma in generale sembra abbastanza semplice trarre alcune considerazioni:

1) Per scoprire se un gruppo di persone delinque in modo organizzato, occorrono prima le indagini, e nel caso le intercettazioni, quindi nel momento in cui impediscono di farle, escludono inevitabilmente la possibilità di risalire all´organizzazione. Come si fa a sapere che ci si trova di fronte ad organizzazione criminale prima di fare le indagini per scoprire se è tale?
2) Con questo "colpo di spugna" appare chiaro che si vuole attaccare in modo abbastanza palese la magistratura (per l'ennesima volta) e i giornalisti che non si allineano alla linea del regime mediatico che hanno creato i "poteri forti".
3) Vogliono farci credere che la ratio di questo provvedimento è quella di dare un taglio alla spesa per la giustizia che a loro dire è troppo alta a causa delle intercettazioni. Ma perchè invece non vanno mai a vedere quanti soldi sono stati recuperati proprio grazie alle intecettazioni e quanti altri se ne potranno recuperare se il governo lottasse a tutto campo in quel settore dell'alta finanza dove invece tra "depenalizzazione di fatto" del falso in bilancio e riduzione dei termini di prescrizione per tutti i reati finanziari i collegamenti con coloro che fanno le leggi sono molto piu frequenti.
Se veramente vogliono ridurre la spesa inizino con l'abolire parte dell'inutile magistratura militare e col tagliare tutte le vere spese inutili dell'amministrazione pubblica (ci vorrebbe un lungo elenco) e non indebolire strumenti vitali che servono alla magistratura per poter lavorare.
4) Le intercettazioni sono "irrinunciabili" non solo nelle indagini su mafia e terrorismo, ma anche per colpire tutta una serie di reati: omicidi, sequestri di persona, riciclaggio, corruzione , criminalità economica, usura, estorsione e pedofilia ecc ecc.!!!!!

Forse tutto il lavaggio mediatico di questi anni, con tv e giornali (la maggior parte sono del presidente del consiglio ndr) che mettevano in bella mostra le cazzate che si dicevano tutti questi pseudovip da vallettopoli a minchiopoli, sa tanto di cavallo di troia per preparare la scusa giusta e nascondere altre vicende ossia quelle di vero pubblico interesse come le telefonate tra Berlusconi e Saccà o il "facci sognare" di D'Alemiana memoria...
Sicuramente, secondo noi, i 5 anni di carcere Berlusconi non li vuole dare al giornalista da quattro soldi che ci dice come si chiamano nell'intimo Ricucci e Anna Falchi o a quello che pubblica il messaggino del tronista di turno al Lele Mora della situazione.
PS: un nostro post di gennaio scorso sul costo delle intercettazioni (link)
....

SEGNALAZIONI DALLA RETE sull'argomento:.
1] Sondaggio su Corriere.it sulla proposta di limitare le intercettazioni (link)
2] intervista al presidente del sindacato delle toghe (ANM) - (link)
3] Il sottosegretario Castelli (Lega) è in parte contrario (video)
4] Articolo dell'Avv. Tomanelli sulle intercettazioni (link al blog)
.
APPUNTAMENTI.
- A Firenze stasera, 9 giugno 2008, incontro con F. Di Stefano, proprietario di Europa 7 (link)
....

4 commenti:

nina ha detto...

bastardi senza ritegno e senza senso dello stato...non gliene frega proprio un cazzo del nostro paese a questa classe politica p2

http://it.youtube.com/alyssa1708 ha detto...

che farsa la giustizia italiana!
Mi vergogno di far parte di questo paese...:-(

nanodimerda ha detto...

semplicemente vergognoso questo ddl...

Anonimo ha detto...

Raga dobbiamo organizzarci! mi rivolgo a chi gestisce il sito: su internet ci sono un sacco di siti per la libertà d'informazione, perchè non vi contattate tra di voi, magari coinvolgendo gente visibile come Grillo, Travaglio ecc e organizzate una bella manifestazione a Roma? Decidete tutti una data e poi ognuno la comunica al proprio blog invitando i lettori del blog a coinvolgere quante più persone possibili!
E' arrivato il momento di esporsi in prima persona: chi non lo farà si renderà complice di questa legge vergogna e di tutti i reati che non si potranno più sventare grazie ad essa!
Uniamoci!!!!!!!!

http://liberainformazione.forumcommunity.net/