sabato 12 luglio 2008

I regali a Berlusconi


La manifestazione dell’8 luglio di Piazza Navona
è stata tra le migliori che questa bistrattata Repubblica possa ricordare. Innanzitutto perché ha unito diverse piazze, laddove ha unito in un’altissima densità di contenuti gli intellettuali, i girotondini, i comunisti, i grillini, i dipietristi e perfino qualche pdino...per definire tutti con un’unica espressione: le persone libere. Libere di combattere l’accelerata del regime mediatico del cainano. Libere di denunciare le vergognose leggi ad personam che si susseguono da quando è tornato al potere, mentre l’Italia affonda. Libere di criticare, anche aspramente, quella opposizione che tutto fa, tranne opporsi.

La reazione di Veltroni qual è stata? Ha detto che questa manifestazione è stata il più grande regalo che si potesse fare a Berlusconi.

La faccia tosta di quest’uomo è senza confini. Quando Berlusconi vede Veltroni non vede un uomo in giacca, cravatta ed occhiali. Vede un omone panciuto, con vestito e berretto rossi bordati di bianco e una folta e candida barba.

Il buon Walter ha condotto una campagna elettorale in cui non ha mai nominato Berlusconi, tutti lo ricordiamo ripetere “Il principale esponente della coalizione a noi avversa”. Come se l’identità dell’avversario non fosse importante, come se fosse uno qualsiasi. Prima ancora ha fondato il PD, questo partito neodemocristiano che, con la sua sola nascita, ha affossato il governo Prodi, riuscendo dove non era riuscito neanche Berlusconi con le sue raccomandazioni di “bambine” per comprare un senatore. Ha contribuito a estromettere un bel po’ di partiti dal Parlamento (soprattutto comunisti e verdi)...peccato però che tutti quanti (a eccezione della Destra che però prima non esisteva) appartenessero al Governo Prodi. Dopo la bruciante sconfitta elettorale ha creduto che fosse possibile il dialogo con sua emittenza, salvo rimanere fregato e bruciato come tutti i suoi predecessori.

Se la gente è scesa in Piazza Navona è perché ha bisogno di opposizione, perché avrebbe voluto un opposizione in grado di risolvere il conflitto di interessi, non invece di un’opposizione che si crei i suoi (vedi i furbetti del quartierino). Avrebbe voluto un’opposizione che eliminasse la Legge Gasparri, anziché difenderla in tutte le sedi....

Ora il buon Walter lancia un ultimatum a Dipietro: o con me o con la Piazza! Come se lui rappresentasse un’alternativa.

Se Veltroni e il suo partito (e i suoi predecessori) avessero fatto un’opposizione vera non ci sarebbe stato bisogno di una manifestazione come quella di Piazza Navona...


SEGNALAZIONI DALLA RETE:.
1] Studio Aperto sul NoCavDay (video)
2] Tg4 sul NoCAvDAY (video)
3] G. Cruciani ("LaZanzara" 9lug'08) sul NoCAvDAY (video)
4] Polito
vs DiPietro & NoCavDAy (video)

..

19 commenti:

KIRI luca ha detto...

Veltroni è un venduto. È peggio ancora del nano mafioso.

Anonimo ha detto...

Ormai i partiti, la destra, la sinistra, gli ideali, la democrazia, ecc. non sono altro che parole utilizzate per plagiare i telerincoglioniti.
W il libero pensiero!
W la rete!

Anonimo ha detto...

Il solito post che scimmiotta malamente i non-argomenti di Grillo. (vedi PD neodemocristaino????; Veltroni che ha affossato Prodi???). Navona è stato un regalone a Berlusconi e se voi leggeste i sondaggi capireste che è proprio così. Ottime e condivisibili le intenzioni, malissimo i modi e i risultati. Poi l'anononimo qui sopra che rincara i luoghi comuni grillisti. Ragazzi miei, siete più ideologizzati del 900. Anzi, inzio proprio a credere che siete la nuova ideologia del 3° millennio..

Stefanovinaccia

Anonimo ha detto...

Caro Stefano, innanzitutto non si capisce qual'è la tua idea, sei molto bravo a dire che si scrivono fesserie, ma mai ad argomentare tale giusizio. Se leggessi qualche libro e spegnessi un pò la TV credo che ne trarresti un gran giovamento...
Giuseppe

Anonimo ha detto...

Cosa c'è da contro-argomentare quando si definisce il PD come una nuova DC? Dov'è l'argomentazione razionale a cui controbattere? Secondo, Prodi è caduto perchè sono esplose le contraddizioni di una coalizione che comprendeva Luxuria e Binetti, Caruso e Dini, una coalizione che aveva pareggiato (e non vinto) le elezioni,e affossata del tutto da un'inchiesta della magistratura (su Mastella). Ti basta Giuseppe? Il mio disappunto nasce dal fatto che mi piacciono le potenzialità e gli argomenti di questo blog, che però sovente si squalifica quando un certo grillismo offrendo slogan e risposte facili inficia un ragionamento che richiede una fatica del concetto più profonda. Ad esempio l'idea del Forza DS, i commenti di anonimo e di KiriLuca in merito sono esemplari. Credi che mi sfiorino minimamente le tue ultime tre righe? o che mi dissuadano dal dire la mia opinione? Suvvia..

Stefanovinaccia

Anonimo ha detto...

Nessuno ti vuole impedire di dire le tue opinioni. Ci mancherebbe. La tendenza neodemocristiana è insita nella stessa nascita del PD, dall'unione tra DS e Margherita. Dal profilarsi, sotto la spinta dei rutelliani, a un'alleanza con l'UDC...dai maneggi che vogliono portare il PD nell'alveo del PPE...queste cose dovrebbero farti riflettere. Quando fu arrestata la moglie di Mastella ci fu un motto di sostanziale solidarietà nei confronti del guardasigilli...ma lui aveva capito che il suo tempo con il centrosinistra era finito, vista la nascita del PD, che già annunciava di correre da solo in caso di nuove elezioni. E ha deciso di far crollare la baracca...già di per sè, come giustamente hai fatto notare, piuttosto traballante.
Leggi, se puoi, l'inciucio. Oppure Se li conosci li eviti. Due saggi ben documentati sul perchè non si può avere fiducia nel PD.
Oppure cerca qualche scritto o video su yt di Gianni Vattimo, che
ha parole ben migliori delle nostre
nello spiegare la mancanza di opposizione!
Giuseppe.

Elia Banelli ha detto...

Ciao ragazzi, vi ho conferito il premio "Weblog 2008".
Passate da me per vedere di che si tratta ;-)

Generazione V ha detto...

Ciao stefano ci spieghi perchè qua non si "scimmiotta" quando si va contro berlusconi e invece siamo dei "grillini con non idee" quando si dice qualcosa contro il Pd o buona parte di esso?
Ci spieghi perchè si deve nascondere il fatto che l'opposizione del Pd si stia sempre piu omologando alla forma mentis arcoriana...come dimostrato del non voler mettere sul piatto politico le vicende del premier e i conflitti di interesse ad esso collegate?
O forse non è vero che ci sia una certa trasversalità di grossi poteri che ormai si è inserita pure in buona parte del PD?
per avere qualche esempio vatti a vedere a chi è piu vicina la corrente d'alemiana...mirello crisafulli...collanino...carra ecc ecc
Vai a vedere se al principio della supremazia della politica sulla magistratura non è interessato pure il Pd (vedi i casi d'alema fassino e la torre e le ultime vicende di Del turco o i vergognosi applausi a mastella e a schifani in parlamento)..
Questa sarebbe l'opposizione che funziona nell'interesse del paese? con questa storia che piu se ne parla piu Berlusconi vince non se ne può piu! soprattutto quando sono a rischio i principi cardine della nostra repubblica...
Il fatto stesso che il Pd si è distaccato (anziche appoggiare tutti gli interventi da manuale a favore del rispetto dei principi costituzionali)dalla manifestazione di pz navona cavalcando la campagna mediatica di disinformazione televisiva che ha messo in opera il 4 potere significa una sola cosa: non voler affrontare i problemi in modo chiaro e deciso e cambiare rotta con un vero rinnovamento all'interno dell'area di centrosinistra.
forse ormai è tardi e il virus degli scheltri negli armadi e diffuso da una parte quanto nell'altra!
Altro che modo di fare opposizione alternativa... si è visto alle ultime elezioni il risultato infatti!! un saluto

Anonimo ha detto...

1) Non è vero che il PD non abbia messo sul piatto conflitto d'interessi e leggi ad personam. Sono 15 anni che lo fa! ben prima di Grillo. Solo lo si fa con toni e modalità diverse, ma si sa, chi più urla più sembra paladino di una tematica e più sembra aver ragione rispetto ad altri. Si è capito ormai che alla gente del conflitto d'interessi, è triste, ma non frega niente, anche se tocca gli interessi (economici) di noi tutti. Lo abbiamo verificato tutti più volte alle urne. Per questo invece che stare a discutere SOLO di questo (come si è fatto per 15 anni) si è deciso di discutere dei temi urgenti di un paese in declino.
2) La trasversalità dei poteri esiste da sempre ed è perfettamente normale in un qualsiasi sistema politico, che per definizione presenta delle elitè dominanti, spesso intrecciate e che spesso condividono interessi comuni. Ragazzi, è il mondo, è la politica, è la vita. Sveglia! Inoltre è noto anche ai sassi come in Italia i poteri forti, banche e grandi industriali (per es. da Profumo a Della Valle) siano vicini all'area di centrosinitra. Infatti questo è un cruccio di Berlusconi, il quale (purtroppo) raccoglie voti dalla piccola-media industria e dagli artigiani.
3) Il PD non è interessato ad una particolare "supremazia" della politica sulla magistratura. Ma è da Mani Pulite in poi che il vuoto e la debolezza del potere politico vengono riempiti dal poter giudiziario, che è uno dei più indipendenti ma anche dei meno funzionali delle democrazie occidentali e va profondamente riformato (separazione carriere, non-obbligatorietà dell'azione penale, sempolificazione delle norme, ecc..). Purtroppo per combattere (giustamente) Berlusconi si è elevata a etica, pura e perfetta una delle peggiori magistrature d'Europa. Ora basta, parola alla politica.
4)Non sono a rischio i principi cardine della Costituzione. In Italia non esiste ad es. l'immunità parlamentare che c'è in tante democrazie sviluppate e che abbiamo avuto in Italia per anni. Certo, il problema è che Mister B fa i cazzi suoi ed è lì proprio per quello. Ma l'opposizione si deve fare durissima in Parlamento, nelle sedi istituzionali. In Italia cè questo insopportabile orgasmo alla piazza. Che poi, giusta nei contenuti, degenera in attacchi insopportabili al Papa, e in toni del tutto fuori luogo.
Vogliamo la guerra civile come negli ultimi 15 anni che ci sta trascinando verso un declino inarrestabile? Tanto mister B. ha i numeri per governare in ogni caso. Non c'è lo spazio per spallate!
Allora, opposizione in parlamento ed informazione dei cittadini. Poi la politica non può delegare a dei giornalisti o a dei comici il suo ruolo. Allora, sono d'accordo che il PD ha tenuto i toni troppo bassi, ma essere a Navona sarebbe stata una legittimazione dell'antipolitica fatta dai comici.
Buone cose.
Stefanovinaccia

Generazione V ha detto...

purtroppo la tua risposta rispecchia in pieno il classico pdino che parla per luoghi comuni...gente che urla...comici...magistratura disastrata...ma come parli?
riuguardo a quello che hai detto:
punto 1.
certo che è da 15 anni che del conflitto di interessi se ne parla soltanto...hai proprio azzeccato per 15 anni se ne solo parlato sopratutto ai tempi della bicamenrale nel 96 quando il tuo amico veltroni era vicepresidente del consiglio e c'erano i numeri per risolverlo...ma non si è fatto mi dici perchè?
punto 2
svegliati tu...certo che trasversalità dei grossi potei c'è...e allora? si deve accettare e stare zitti? anche la mafia c'è stiamo zitti e nn facciamo niente...
punto 3
la magistratura italiana gode di un'indipendenza sancita in una delle costituzioni migliori che esistono in uno stato democratico e invidiata da tutti gli studiosi costituzionalisti del mondo, fatta in periodo particolare dove i politici hanno fatto veramente gli interessi della nazione...
se la magistratura non funziona bene è proprio perche l'organo legislativo fa in modo che essa non funzioni...
la tua ignoranza forse non ti porta ad analizzare cosa significa separazione delle carriere. leggiti qualche passaggio del programma p2 e cerca di capire cosa vuol dire poter controllare politicamente la parte di magistratura requirente.
inserire la non-obbligatorietà dell'azione penale? non è che ti sei confuso e voti berlusconi?è grave sapere che ci sono elettori pd così omologati
4 punto
ripristino dell'immunità parlamentare? come giustificazione dici: molti altri stati democratici c'e l'hanno...e con questo? guarda se negli stessi stati c'e un livello di corruzione generalizzato, dalle comunità locali al parlamento, come in Italia...
se ci fosse una classe politica cosi corrotta come quella italiana altroche scendere in piazza in uno stato democratico e con un po di informazione libera!!!!!
comunque dicci la verità che quando andavi a votare eri sempre indeciso tra forza italia e i ds corrente d'alemiana...
buone cose anche a te

Anonimo ha detto...

1) Il perchè è semplice, perchè la condizione per intavolare un dialogo sulle riforme istituzionali era il non toccare le tv a Mister B. Compromesso sbagliato? A posteriori certamente sì, anche perchè si pensava che la parabola politica di Mister B. sarebbe presto terminata.

2) il parallelo che fai non ha senso. la trasversalità dei poteri è fisiologica, normale. Anzi, cara grazia. Immaginate un paese dove esiste un frattura tra due elitè che non si parlano, che non mediano. Vuol dire guerra civile.

3)la Costituzione è stata certamente un passo straordinario, ma è frutto di una mediazione fondata sulle caratteristiche di un paese di 60 anni fa appena uscito da un disastrosa guerra mondiale. E' una strumento da riformare: lo sanno anche i muri. Eppoi.. ma chissenefrega del programma di rinascita democratica! la separazione delle carriere e la non-obbligatorietà dell'azione penale sono norme di civiltà (sostenute a destra come a sinistra). L'obbligatorietà dell’azione penale del Pubblico Ministero è diventata col tempo una sua autonomia totale al limite dell’arbitrio. Non è forse urgente togliere almeno l’azione disciplinare sui Magistrati dalle competenze del Consiglio Superiore della Magistratura? (Non bisogna essere un conoscitore della materia per sapere che la “disciplina” dei magistrati rasenta il lassismo più assoluto). E’ davvero possibile continuare ad ignorare l’esigenza della separazione delle carriere fra Pubblici Ministeri e Giudici, esistente in quasi tutte le più grandi democrazie del mondo?. Non capisco questa levata di scudi senza senso. Al contrario di quanto dici tu non sono un elettore nè omologato, nè ignorante, nè indeciso sul partito sul quale investire il mio tempo. E D'Alema è un politico che stimo. Voglio solo esprimere il mio parere su temi dove il grillismo leva il suo canto delle sirene con formule facili e demagogiche, senza invogliare uno sforzo alla comprensione. L'informazione in Italia non è libera, ma la controinformazione è spesso, purtroppo, pure peggio.

Stefanovinaccia

Generazione V ha detto...

ti rispondi da solo con l'affermazione del 1 punto...hanno sbagliato è fuori dalle palle invece sono tutti li gli stessi che parlano di rinnovamento!!!
hai ammesso che è il piu grande errore è non aver risolto il conflitto di interessi e poco prima hai affermato che nn è importante?mah...
per il resto le tue affemazioni non meritano risposta:
ma chissenefrega del programma di rinascita democratica! ti rendo conto di quello che dici?
la separazione delle carriere e la non-obbligatorietà dell'azione penale sono norme di civiltà (sostenute a destra come a sinistra) ma dove?????
la costituzione è vecchia??? o forse è troppo parfetta per essere aggirata facilmente vorrai dire...
senti un consiglio documentati prima di dire fesserie ed eticchettare chi non conosci come populisti grillini ecc...
se vuoi discutere argomentalo seriamente sennà evita di perdere tempo. ciao

Anonimo ha detto...

Ho argomentato. Mi spiace la postura che hai assunto. E' questo il dialogo che voi grillini volete? Chi non è d'accordo con voi è automaticamente uno che non si informa? Uno squalificato moralmente a priori?

Hai ragione che il rinnovamento sulle bocche di gente che è lì da 20 anni è poco credibile. Ma non ci sono alternative.

Non ho mai scritto che è stato il più grande errore. Non mettermi in bocca parole mai scritte. E' stato un compromesso poco lungimirante perchè Mister B. ne fa ampio uso ed abuso. E' poco importante, dicevo, calcarci la mano a fini elettorali. Alla gente non frega nulla. Riesci a distinguere gli ambiti?

Il mio machissenefrega era relativo al fatto che io guardo alla bontà degli argomenti, non a chi li enuncia. Se ad esempio Hilter avesse detto che è giusto che i gay si sposino, io sarei d'accordissimo senza problemi. Capisci?

Che la Costituzione vada riformata in alcune sue parti è sostenuto anche da molti Costituzionalisti.


E smettila con questo richiamo al documentarsi. E' ridicolo.


Stefanovinaccia

Giuseppe ha detto...

Ciao Stefano, mi dispiace dirtelo, ma sei un ingenuo che è finito nella trappola della Casta berlusconizzata.
Innanzitutto non hai basi di diritto, altrimenti non avresti potuto mai scrivere certe cose sulla riforma della giustizia. L'obbligatorietà del l'azione penale è uno dei pochi perni su cui si fonda l'eguglianza dei cittadini di fronte alla legge! Anche
perchè i nostri signori vogliono anche stabilire la priorità delle indagini dei giudici...indovina a vantaggio di chi....? Anche la separazione delle cariche dei magistrati è una fesseria, con quella riforma si vuole solo asservire gli inquirenti al potere politico. Mai sentito parlare di divisione dei poteri? e'stata una conquista che è costata il sangue di moltissime persone in tutta Europa e non solo! Se neanche la Magistratura potrà controllare i politici (uno dei loro compiti istituzionali) chi lo farà allora? O vuoi dire che non ce n'è bisogno?
Per ciò che riguarda il caro D'alema, forse ignori il fatto che non è lui il capo del PD solo perchè è stato colto con le mani nella marmellata assieme al suo compare Fassino mentre cercava di scalare una banca in maniera illegale! Non è una questione di urla, in piazza Navona c'era gente
che ha espresso concetti molto vicini a quelli di Grillo senza alzare minimamente la voce. Prova a sentire cosa dicono quelle persone, male non ti può fare.

Generazione V ha detto...

Sicuramente in fatto di dialogo avete poco da insegnare visti i recenti risultati..anzi
La "postura" che ho assunto è quella conseguente a chi mi etichetta grillino, populista o scimmiottatore di non argomenti alla stregua di chi definisce indistantamente tutti i suoi oppositori politici comunisti...(anche in questo vi trovate d'accordo vedo)
il fatto che ti dico di documentarti è la conseguenza delle tue affermazioni nelle quali si vede in modo palese che sei uno che giuridicamente hai un pò di lacune di base...
mi dici quali insigni costituzionalisti sostengono che vada modificato in modo radicale il titolo IV Cost. soprattutto nei settori da te richiamati quali separazione delle carriere, non obbligatorietà dell'azione penale e csm?
nessuno qua ha la presunzione di sapere tutto ma neanche chi commenta deve esordire con etichette preconfezionate e portare avanti argomenti con motivazioni alquanto labili e conformi alla forma mentis imposta dai politicanti al vertice di questo o quel partito e sbandierati mediante gli organi di stampa da loro controllati...

MarioLionetti ha detto...

Stefano mi sembra una persona intelligente, se la pensa così nessuno può costringerlo a ricredersi, tuttavia sbaglia nel definirci scimmiotatori dei non-argomenti di Grillo, io credo che questi non-argomenti rappresentino la vera priorità di questo Paese.

Visitate il mio blog:
www.mano-libera.blogspot.com

Giorgia ha detto...

vi rendete conto che ormai gli elettori del pd sono come quelli di Berlusconi? stefano ne è l'esempio...
si nascondono dietro gli slogan e attaccano una piazza che è stata un esempio di democrazia vera quale pz navona...
attaccano anche loro grillo perche alza la voce senza entrare nel merito delle questioni da lui sollevate...difendono i politici coinvolti nelle note vicende delle intercettazioni unipol...
bisogna dare un taglio netto e un vero rinnovamento che parta dalla voce del popolo per poter cambiare l'opposizione, soprattutto quella del pd, che non rappresenta piu i cittadini e i loro elettori

Anonimo ha detto...

Il giudice chiamato ad esprimere un giudizio di merito su una accusa di tipo penale rivolta ad un cittadino deve essere estraneo sia all’ambiente da cui proviene l’accusa, sia a quello da cui proviene la difesa. Altrimenti addio terzietà del giudizio. Nel fare carriera nella giustzia una stessa persona non può decidere di mettere radici indifferentemente dove ha sede l’accusa, la funzione giudicante o la difesa. Tu puoi essere comptetente, onesto ed indipendente quanto vuoi (anche se a pensare male si fa peccato ma raramente si sbaglia), ma a me imputato come cazzo mi convinci dell’ininfluenza della contiguità fisica! e di carriera! tra i membri delle Procure ed i collegi giudicanti? I radicali lo sostengono da anni!! I radicali, ovvero i più straordinari garantisti della politica! In Italia abbiamo una magistratura divisa in correnti politiche, vi pare civile? No, ma vi pare civile? Io, che so, di sinistra, essere giudicato da un magistrato vicino a certe posizioni (quando moltissimi magistrati erano e sono ex-MSI), piuttosto che uno di destra essere giudicato da uno di magistratura democratica? Vi chiedo: è civile? l'Italia è l'unico paese, fra le democrazie consolidate, in cui le due funzioni sono affidate allo stesso corpo di magistrati indipendenti.Il legame organizzativo fra pubblico ministero e giudice, che vengono reclutati con lo stesso concorso!, si autogovernato con lo stesso Consiglio superiore della magistratura!, partecipano alla stessa associazione e magari appartengono alla stessa corrente! secondo voi non danneggia l'imparzialità e soprattutto l'immagine di imparzialità, del giudice??
Nei regimi democratici pubblico ministero e giudice appartengono a organizzazioni diverse: altrimenti si assiste ad una concentrazione di potere ridicola. Solo in Francia si ha una situazione simile a quella italiana, ma lì il pubblico ministero è comunque sottoposto alle direttive del ministro della Giustizia! E allora cosa va blaterando Di Pietro?? SOLO BALLE!!
Indipendenza della magistratura vuol dire anche assenza della politica dall'ambito. Siamo in un sistema giudiziario i cui tempi (e parlo per esperienza) sono i più lunghi in Europa..da noi le aziende straniere spesso non investono proprio per questo motivo (i tempi in caso di contenziosi e la non-certezza della pena)..ve ne rendete conto o no?

Questione obbligatorietà dell'azione penale: siccome, cari miei, solo una parte dei crimini che vengono commessi possono di fatto essere perseguiti con efficacia, è ovvio, sono alla fine solo scelte di natura discrezionale quelle che vengono effettuate nel decidere sull’iniziativa penale e sull’uso dei mezzi di indagine necessari a sostenerla. Ora: tali scelte discrezionali sono di fatto lasciate alle singole procure e spesso ai singoli sostituti procuratori che le compiono con criteri tra loro diversi. E si può lasciare un tale potere, del tutto discrezionale (forse politico??), nella mani di UNA persona?? Voi Giovanni Falcone lo ricordate solo quando vi fa comodo: sapete che questo fenomeno LUI LO DEFINIVA COME una variabile impazzita del sistema??

A me stanno sul cazzo gli interventi come questa bamboccia sopra di me, che dice che mi nascondo dietro slogan (???), che attacco piazza Navona (ho riletto i post, mai fatto, anzi ho detto che era giusta nelle intenzioni, sbagliata e tradirtice nei modi, vedi attacchi al Papa, che c'entrava??, e che la politica non può essere lasciata in mano a comici ed attori..), che non entro nel merito delle questioni (???, invece la bamboccia sì eh..), che difendo D'Alema (certo, anche perchè nel caso Unipol e nelle intercettazioni a LUI riferite non c'è alcun cazzo di reato!!). Sono questi i post, o come quelli di KiriLuca e Anonimo, o come quando tu Genereazione V ripeti ossessivamente di informarmi (senza conoscermi), o mistifichi i miei ragionamenti.

VI DITE DIVERSI, ALTERNATIVI, VERAMENTE DEMOCRATICI, MA COME FATE SE POI NON SIETE CAPACI DI SOSTENERE UNA DISCUSSIONE CON CHI DISSENTE DA VOI SENZA SQUALIFICARLO MORALMENTE O INTELLETTUALEMENTE A PRIORI, O ESTRAPOLANDO SOLO PEZZETTI DI TESTO AVULSI DAL RAGIONAMENTO GLOBALE, O RICALCANDO SU LUOGHI COMUNI CHE NON MI APPARTENGONO PER CREARVI IL "NEMICO" PERFETTO CHE VOLETE VOI???????

SE PERSEVERATE SU QUESTA STRADA, MI SPIACE PER VOI, MA LA PAROLA LIBERTA' SULLE VOSTRE BOCCHE SUONA COME LA PAROLA GIUSTIZIA SULLA BOCCA DI BERLUSCONI...

Generazione V ha detto...

non mi hai indicato neanche un riferimento alle tue considerazioni...tutti i tuoi riferimenti a Paesi stranieri sono privi di connessione poichè con le puculiarità del sistema italia se la magistratutra non fosse veramente indipendente verrebbe risucchiata per intero dalla politica...ti sei mai posto il problema se non dovrebbero essere gli altri stati a copiare il nostro sistema? il gioco del bilanciamento dei poteri è garantito dal csm...composto anche da componenti e che come nel caso forleo ha dimostrato più che mai che la politica deve restrare fuori dal potere giustizia...
le distorsioni avvengono sempre quando un potere vuole varcare la linea di confine..
tutto quello che si dice su queste riforme urgenti non sono altro che una massa di cavalli di troia per abbattere l'unico potere che ancora, se sfruttasse bene l'indipendenza, può garantire l'uguaglianza di tutti di fronte alla legge...e la frizione ora è sentita piu forte perche buona parte del centro sinistra ora come ora si vuole difendere piu dai processi che nei processi.
lascia stare gente come Falcone che solo a sentire quello che la classe politica sta progettando di fare si starà rivoltando nella tomba.
forse sei tu che stai "ESTRAPOLANDO SOLO PEZZETTI DI TESTO AVULSI DAL RAGIONAMENTO GLOBALE" quando citi senza motivo le persone...
quando vuoi venire a scrivere sarai il benvenuto ma cerca di venire meno prevenuto pregiudizievole e sicuro di te...
se poi devi venire qua ad eloggiare d'alema, dire chi se ne frega della p2, strumentalizzare qualche intervento di pz navona ecc non parti sicuramente con il piede giusto